Vendita di infiorescenze (fiori recisi) di Cannabis legale  – canapa light con CBD e THC sempre inferiore allo 0,2%, derivante e destinato esclusivamente all’attivita’ di florovivaismo.

Le piante di Cannabis possiedono uguali caratteristiche morfologiche, chimiche e di sviluppo e ciò che le contraddistingue, le une dalla altre, è la zona dove crescono, l’altitudine, le proprietà del terreno e molto altro ancora.

Si distinguono tre diverse specie:

  • Cannabis Sativa: è certamente la più conosciuta, cresce in Asia, America e Africa e può raggiungere, se non viene potata, i 5 metri d’altezza.
    Il suo aspetto è il frutto del costante adattamento alle condizioni atmosferiche, in particolare all’umidità: la pianta appare, perciò, meno compatta e il periodo di fioritura si può protrarre anche per quattordici settimane. Le foglie, verde chiaro, sono grandi e hanno una forma allungata che ricorda le dita della mano.
  • Cannabis Indica: arriva da luoghi come il Pakistan e l’India e si è, quindi, adattata a climi più secchi e aridi. Tutto ciò si ripercuote sulla sua morfologia: è più bassa e tarchiata, le sue foglie sono più scure e larghe e i suoi fiori formano tanti piccoli grappoli.
  • Cannabis Ruderalis: le sue terre d’origine sono la Siberia e il Kazakistan, dove le ore di luce sono molte poche e la fioritura non dipende, perciò, da esse. Assomiglia a un piccolo cespuglio che cresce, molto velocemente, in tutte le direzioni possibili, ma non raggiunge stature elevate (massimo 90 cm); le foglie sono molto strette e i fiori sono minuscoli.

Con la legge n. 242 approvata nel dicembre 2016, la produzione e commercializzazione anche delle infiorescienze (i fiori della pianta) di canapa è diventata legale.

Si tratta di piante comprese nel catalogo Europeo delle sementi certificate con thc basso (di cui all’art. 17 della direttiva n. 2002/53/CE) nella misura in cui il principio attivo in essa contenuto (il tanto chiacchierato THC ) sia inferiore allo 0,2%.

La percentuale di THC risulta tollerata fino al valore dello 0,6%, solo per il coltivatore ma non per il venditore della Cannabis light (secondo gli orientamenti del Ministero dell’Interno).

Se questa percentuale  viene superata (anche al di sotto della percentuale dello 0,6% tollerata per il produttore) le autorità giudiziarie potrebbero  intervenire con sequestri e distruzione del prodotto.

Per questo è fondamentale la tracciabilità del prodotto con analisi effettuate in laboratori certificati.

Inoltre sono proibite le importazioni di cannabis da semi che non rientrano nel catalogo europeo (quindi forme di piantagioni incrociate o ibride).

La Cannabis legale viene ricavata dalla Canapa Light Sativa, da seme certificato,  e non produce alcun effetto psicotropo ed è ricca di CBD.

La Cannabis o canapa annovera tra i suoi componenti ben 80 cannabinoidi e tra questi vi sono il Cannabidiolo (CBD) e il Tetraidrocannabinolo (THC) che è, senza ombra di dubbio, quello maggiormente conosciuto e ricercato dagli amatori della Cannabis.

Il THC è anche noto come delta-9-tetraidrocannabinolo ed è concentrato nelle foglie e nel fiore della pianta; a esso sono associati gli innumerevoli effetti psicoattivi che rendono la canapa illegale in molti Paesi.
Il Tetraidrocannabinolo si lega, nell’organismo, ai recettori delle cellule nervose determinando, così, il rilascio di dopamina (neurotrasmettitore prodotto dal cervello meglio noto come ormone dell’euforia).

Il cannabidiolo o CBD anche esso di origine naturale, ha invece un effetto antinfiammatorio, analgesico e antipsicotico.

In Italia e soprattutto in Sicilia la coltivazione naturale della canapa  in Italia ha origini secolari.

L’Italia, infatti, dato il suo clima perfetto per questa coltura, nel corso dei secoli è stato leader mondiale.

Ma a partire dagli anni ’20 del Novecento, con l’avvento del proibizionismo, comincia una vera e propria campagna volta a scoraggiare e demonizzare l’uso della cannabis, in quanto vista come causa della violenza delle persone. Un equivoco durato decenni e che ora fortunatamente invece lasciano spazio alle innumerevoli capacità di questa splendida pianta.

L’utilizzo della Cannabis è consigliato infatti per combattere dolore, nausea, ma anche per combattere condizioni più gravi come la spasticità data dalla Sclerosi Multipla e dalla Sindrome di Tourette.

La qualità selezionata dalla Siciliana Quality Srl riguarda l’infiorescenza (fiori recisi) di canapa sativa L. femmina di prima qualità, senza semi, esclusivamente da coltivazioni all’aperto senza l’uso di diserbanti e pesticidi, su terreni baciati dal sole della Sicilia o comunque coltivati su terreni italiani.

In ogni caso l’infiorescenza deriva ed è destinata esclusivamente all’attivita’ di florovivaismo ai sensi dell’art. 2 c. 2 lett. g) delle L. 242/2016.

Le operazioni di raccolta, pulizia, trimmatura, concia e stoccaggio sono stati effettuati rigorosamente a mano.

La coltivazione pertanto non avviene in serre, con luce artificiale e con l’utilizzo di diserbanti e pesticidi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi